Sono quattro i ragazzi arrivati all’atto conclusivo della competizione promossa dal Consorzio Tutela Taleggio, in collaborazione con ALMA – La Scuola Internazionale di Cucina Italiana. A giudicarli sarà una commissione d’eccezione.

Casale Monferrato (Alessandria), 26 aprile 2017 – Sarà l’Istituto Alberghiero Artusi di Casale Monferrato a ospitare, venerdì 28 aprile, l’atto conclusivo de “Il Talento del Taleggio”: la competizione promossa dal Consorzio Tutela Taleggio, in collaborazione con ALMA – La Scuola Internazionale di Cucina Italiana, con l’obiettivo di far conoscere ai più giovani, professionisti di cucina e di sala del futuro, una delle eccellenze DOP nel panorama lattiero-caseario italiano.

Quest’anno “Il Talento del Taleggio” ha visto la partecipazione di ben 55 studenti da tutta Italia, accomunati dal fatto di frequentare il quinto anno in un Istituto Alberghiero. Dopo vari step di selezione, a contendersi la vittoria finale de “Il Talento del Taleggio” saranno il trevigiano Marco Zanatta e il torinese Claudio Morro nella categoria Cucina, la genovese Alessia Chignoli e la trevigiana Paola Zanatta nella categoria Sala. I due migliori classificati avranno la possibilità di perfezionare la padronanza dell’arte della ristorazione e dell’ospitalità: per loro, infatti, si spalancheranno le porte della Reggia di Colorno. In ALMA avranno agevolazioni per frequentare, rispettivamente, il Corso Tecniche di Cucina e il Corso Superiore di Sala, Bar e Sommellerie.

A decidere le sorti della finale de “Il Talento del Taleggio” sarà una giuria d’eccezione. Tra i componenti, oltre al Presidente del Consorzio Tutela Taleggio, da segnalare la presenza di Vincenzo Donatiello, Restaurant Manager presso il Ristorante tristellato Michelin “Piazza Duomo”, di Alba (Cuneo), di Renato Brancaleoni, docente di ALMA, affinatore di formaggi di fossa e Medaglia di Bronzo ai Campionati Mondiali di Fromagerie di Lione del 2007, e dello chef stellato Massimiliano Musso, Ristorante “Ca’ Vittoria”, di Tigliole (Asti).