Presentazione: Consorzio Tutela Taleggio

Il Consorzio Tutela Taleggio è stato costituito nel 1979, nove anni prima del formale riconoscimento della denominazione d’origine.

Oggi la base associativa è composta da caseifici, stagionatori e produttori latte, oltre a  più di 80 aziende che aderiscono in qualità di utilizzatori del marchio riportato sugli incarti del Taleggio (aderenti).

Le attività del Consorzio sono volte alla tutela, al miglioramento qualitativo ed alla promozione della produzione e del commercio del prodotto.

I principali obiettivi:

  • Azioni promozionali a livello nazionale ed internazionale;
  • Attività di verifica del corretto uso della denominazione “Taleggio“, a tutela dell’originalità e della tradizionalità della produzione;
  • Assistenza tecnica ai produttori di latte, ai caseifici e agli stagionatori;
  • Educazione alimentare.

Per le proprie attività, il Consorzio lavora in stretta collaborazione con Istituti di ricerca, Istituti universitari, con l’Ispettorato Centrale della Tutela della Qualità e Repressione Frodi dei prodotti agro-alimentari (ICQRF) del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali e tutti gli organismi di controllo e vigilanza.

Dal 2009 il Consorzio Tutela Taleggio è entrato a far parte del progetto Alti Formaggi, associazione che raggruppa alcuni Consorzi di formaggi lombardi. Alti Formaggi ha l’obiettivo di interagire in modo sempre più attivo con i consumatori, non solo attraverso la rete ma anche grazie a presenze attive ed iniziative specifiche, formazione ed informazione nel mondo della scuola, promozione e valorizzazione tanto dei prodotti associati come delle D.O.P. e IGP.

Le attività del Consorzio Tutela Taleggio

Costituitosi nel 1979, il Consorzio Tutela Taleggio esprime la massima rappresentatività della filiera.

Tra le attività più importanti che il Consorzio pone in atto a favore del formaggio Taleggio sono da citare la tutela, la valorizzazione, la promozione e la vigilanza; quest’ultima si esprime su tutta la produzione disponibile sul mercato, sia in Italia che all’estero.

Il rispetto delle regole e il miglioramento della qualità, oggi sotto la lente di indagini e di verifiche sempre più scientifiche, restano i pilastri del Consorzio.